Vittoria che vale doppio per un Rèmi Bonnet… da record

Sigillo da record anche al femminile con l’altra svizzera Judit Wyder...

Rèmi Bonnet vince gara, sigla il nuovo record e svetta nel Vertical World Series. Sul podio con lui, nella finalissima di Limone sul Garda, anche lo sloveno Luka Kovacic e l’italiano Davide Magnini. Sigillo da record anche al femminile con l’altra svizzera Judit Wyder che, nell’ordine, è riuscita a tenere dietro la tedesca Michelle Majer e l’italiana Camilla Magliano. Pur senza prendere parte a quest’ultima gara, la transalpina Christelle Dewalle ha vinto il circuito 2018.

Per quanto riguarda il vertical World Circuit, alla luce dell’ultima tappa Remì Bonnet è riuscito a spuntarla di misura sul connazionale Pascal Egli e l’andorrano Ferran Teixido. Nel ranking in rosa alle spalle di un’inarrivabile Dewalle si sono piazzate l’altra transalpina Jessica Pardin e la svizzera Victoria Kroizer.   

Frontali accese in pieno orario aperitivo sulle montagne di confine tra Lombardia e Trentino. Nel tardo pomeriggio di oggi i circa 200 atleti di gara vertical hanno alzato il sipario sul week end limonese dedicato alle corse a fil di cielo. Tanti i campioni ai nastri di partenza della finalissima 2018 di Vertical Kilometer World Series.

Ad attenderli 3700m di pura fatica, 1100m di corsa verso il cielo, prima di raggiungere Cima Mughéra e riscrivere un ranking che vale la stagione. I tempi da battere erano stati siglati da veri e propri fuoriclasse come l’altoatesino  Philip Götsch  36’23” e la transalpina Christelle Dewalle 44’51”. Primati difficilmente battibili specialmente quando si corre sull’avversario con un occhio al cronometro e un al ranking di coppa. Ma oggi i due atleti svizzeri del Team Salomon avevano una marcia in più. Per Bonnet finish time di 36’02” che sarà il crono da battere nelle edizioni a venire. Gap di 54” per lo sloveno Kovacic che ha stoppato l’orologio in 36’56”. Terzo in 37’41” un ottimo Davide Magnini. Completano la top five di giornata Michele Boscacci (38’25”) e Alex Oberbacher (38’29”). Seguono nell’ordine Nadir Maguet, Camille Caparros, Alberto Vender e Andrea Rostan.  

Al femminile altra performance da primato con Judith Wyder prima in 43’47”. Seconda in 45’23” Michelle Maier, mentre terza in 46’52” si è piazzata una Camilla Magliano in netta ripresa. Molto bene anche Alexandra Hauser, Jessica Pardin, Alba De Silvestro, raffaella Tempesta, Marianna Jagercikova, Ilaria Veronese e Miroslawa Witowska.  
  
Archiviata questa prima prova riflettori puntati sulla finalissima del Migu Run Skyrunner® World Series con un parterre stellare durissimo percorso vista lago da 29Km (2500 D+). Qui in lizza per il successo finale vi saranno i migliori interpreti della specialità capitanati al maschile dallo spagnolo Kilian Jornet e al femminile dall’americana Hilary Gerardi.

Da non dimenticare anche la 10k di contorno che con il suo itinerario extreme ripropone in piccolo la tecnicità di una vera corsa a fil di cielo. Rispetto alle precedenti edizioni da segnalare “quote rosa” in netto aumento grazie a #donna4skyrace, un progetto ideato da Paola Rizzitelli che ha come madrina la campionessa di karate Roberta Sodero…